Partito Democratico

25 10 2009

Visto che oggi, 25 ottobre 2009, si tengono le primarie per l’elezione del segretario dell’attuale Partito Democratico, posto un distintivo, bellissimo, del Partito Democratico degli anni ’20.
Purtroppo di questo partito non ho reperito notizie certe, se qualcuno avesse notizie in merito gliene sarei grato.
Sul distintivo, oltre al tricolore, sono presenti una spiga di grano e il motto PAX OPEROSA.
Il retro, è marcato Stefano Johnson, con la tipica piattina anni ’20, per cui ritengo che l’epoca sia tra il 1919 e il 1926.
Partito Democratico

Potrebbe anche riferirsi (anche se la fattura del distintivo non lo confermerebbe) a:
Partito Democratico Italiano (1944-1946)

Nel giugno 1944, dalla fusione di diversi movimenti monarchici clandestini sviluppatisi a Roma dopo l’8 settembre 1943:
Centro della Democrazia Italiana
Partito d’Unione
Partito Sociale Democratico
Partito d’Unione Democratica
Movimento di Rinnovazione Democratica
Partito Progressista Italiano
si costituisce il Partito Democratico Italiano (PDI), i cui esponenti più rappresentativi sono Roberto Lucifero e Vincenzo Selvaggi.
Nel 1946 il PDI partecipa alle elezioni per l’Assemblea Costituente del 2 giugno nell’ambito della coalizione Blocco Nazionale della Libertà (BNL).
Nel settembre 1946 il PDI si scioglie e i suoi esponenti confluiscono nel Partito Liberale Italiano.

Partito Democratico Italiano (1959-1961)
Denominazione assunta da quello che sarà poi il Partito Democratico Italiano di Unità Monarchica (PDIUM) tra il 1959 e il 1961.
Partito nazionale monarchico
Partito politico italiano fondato nel 1947 da Alfredo Covelli, per riunire i cittadini di fede monarchica, dopo la sconfitta subita con il referendum del 2 giugno 1946. Dopo alcune esperienze nelle maggioranze governative, nel 1954 il Partito nazionale monarchico (PNM) subì una scissione guidata dall’armatore Achille Lauro che diede vita al Partito monarchico popolare (PMP). Presentatisi autonomamente alle elezioni del 1958, le due frazioni ottennero risultati deludenti; quindi nel 1959 decisero di riunirsi nuovamente in un unico partito, il Partito democratico italiano (PDI), dal 1961 Partito democratico italiano di unità monarchica (PDIUM), guidato da Covelli. Dopo i modestissimi risultati elettorali ottenuti negli anni seguenti, nel 1971 i monarchici confluirono nel Movimento sociale italiano, ribattezzato per l’occasione MSI-Destra nazionale.